EnglishItalian

L’Italia del tennis femminile si avvicina agli incontri con la Francia con “tanto entusiasmo”. Parola di Tathiana Garbin, capitana delle azzurre, nella conferenza stampa di avvicinamento alla Billie Jean King Cup 2022. I match si giocheranno ad Alghero venerdì e sabato, e la squadra vincitrice si qualificherà alle Finals di novembre.

Le ragazze sono molto motivate e soddisfatte della combinazione velocità del campo e delle palle ha detto Garbin nella conferenza stampa riportata dal sito della Federtennis —. Ho buone sensazioni. Ho valutato questo aspetto attentamente, assieme alle ragazze e ai loro team, e abbiamo concordato di giocare sul cemento all’aperto perché può valorizzare le qualità delle nostre giocatrici. Pensiamo che questa superficie, non troppo veloce, possa esaltare le nostre caratteristiche”.

Le condizioni di Giorgi

Curiosità per Camila Giorgi, l’italiana con il miglior ranking (n. 30 WTA), che non gioca dallo scorso febbraio. Garbin ha rassicurato i tifosi dicendo che “sta bene. Si sta allenando e non vede l’ora di giocare per la nazionale. E’ sempre bello vedere questo entusiasmo tra le giocatrici. Sono tutte pronte a mettersi a disposizione della squadra, aspetto fondamentale per un capitano”.

Bronzetti, Paolini, Trevisan e Cocciaretto

La grande novità, invece, è Lucia Bronzetti, arrivata ai quarti di finale nell’ultima edizione dei Palermo Ladies Open. “Una convocazione che si è meritata e conquistata con i risultati”, spiega Garbin.

Sono invece delle certezze per la squadra Jasmine Paolini e Martina Trevisan, altre due vecchie conoscenze del torneo del Country. “Jasmine sul veloce ha acquisito grande sicurezza, non a caso lo scorso anno ha vinto il suo primo titolo WTA in Slovenia proprio su questa superficie. Per Martina Trevisan è stato complicato affrontare l’anno successivo ai quarti di finale del 2020 al Roland Garros, un grandissimo risultato che l’ha probabilmente caricata di aspettative e che è riuscita a fronteggiare con sempre maggior maturità”.

Ultima in ordine di ranking Elisabetta Cocciaretto (n. 161 WTA), che è tornata alla vittoria nel torneo ITF di Oeiras dopo un lungo infortunio al ginocchio: “La nazionale ti dà una spinta eccezionale e convocarla è stato anche un modo per darle ulteriore fiducia dopo un anno molto difficile per l’intervento. È sempre complicato ritrovare il giusto ritmo ed Elisabetta ha dovuto rimettersi in gioco in tornei piccoli rispetto al suo livello. Ma lei con grande umiltà e voglia di lavorare si è messa disposizione”, conclude la capitana dell’Italia, Garbin.

Leggi anche: Wta Roma, la entry list ufficiale