EnglishItalian

“C’E’ UN PO’ DI RAMMARICO PER LA PARTITA, MA SODDISFATTA DEL MIO TORNEO”

VITTORIA ROCAMBOLESCA DI SARA SORRIBES TORMO CON ANA BOGDAN

PALERMO 18 LUGLIO 2022 – Si ferma al primo turno del tabellone principale la rincorsa di Matilde Paoletti ai Palermo Ladies Open, ma la “storia” tennistica della 19enne tennista umbra è solo all’inizio. Quanto di buono fatto in qualificazione (superando Gabriela Lee, 147 del ranking e Anastasia Tikhonova, n. 182) è stato confermato anche sul campo 6 davanti alla francese, Oceane Dodin, 77 al mondo.

La Paoletti ha perso 6-4 7-5 ma ha giocato alla pari contro un’avversaria che 2 mesi fa era stata semifinalista a Strasburgo. Sotto gli occhi di Tathiana Garbin e Vittorio Magnelli, la tennista perugina, n. 920 della classifica pubblicata oggi dalla WTA, ha messo in mostra, ancora una volta, un ottimo dritto ed un rovescio ben piazzato. L’exploit di Palermo, le sarà, comunque, utile, sia per scalare almeno 200 posizioni nel ranking, sia per trovare consapevolezza nei propri mezzi.

“C’è un po’ di rammarico per non avere sfruttato al meglio alcune occasioni favorevoli – ha detto Matilde Paoletti a fine partita – nel complesso, comunque, sono contenta del torneo disputato. Dopo 2 anni in cui ho giocato pochissimo per problemi ad un piede, finalmente ho disputato 3 match di fila. Ho perso contro una tennista molto forte e, penso, che la differenza l’abbia fatta il servizio. Io avrei potuto fare meglio, soprattutto, sul 4-3 15-30 del secondo set quando ho sbagliato un rovescio facile. Però, lo ripeto: sono contenta del torneo disputato. Il mio idolo? Roger Federer. Seguo soprattutto le partite degli uomini ed il mio idolo è sempre stato Feder. L’obiettivo? Stare bene fisicamente e giocare più partite possibili, sperando di tornare a Palermo, già, l’anno prossimo”.

Definire rocambolesco, invece, il match di apertura sul centrale tra Ana Bogdan e Sara Sorribes Tormo, rischia di essere riduttivo. La tennista spagnola, testa di serie n. 4 del torneo, ha vinto in rimonta 2-6, 6-4, 6-2. Una partita interrotta in ben 3 occasioni, 2 delle quali per medical timeout  -prima la giocatrice iberica nel secondo set, poi la rumena nel terzo – a causa del calore pomeridiano. Sempre per il caldo è stata concessa una pausa fra il secondo e terzo set, ma un rientro in ritardo è costato alla n. 110 WTA Bogdan diversi penalty point, tanto da farle iniziare il terzo set sotto 0-1,  0-30.  “Mi sono sentita molto male – ha spiegato Sara Sorribes Tormo – non sono contenta di come ho giocato oggi, ma non mi piace ritirarmi. È stata quella la mia motivazione. Anch’io in avvio di terzo set sono entrata in ritardo in campo. Mi dispiace davvero per l’andamento del match”.

Domani scenderanno in campo 5 azzurre: alle 16 sul campo 6 Lucia Bronzetti affronterà la cinese Xiyu Wang ed a seguire sarà la volta di Lucrezia Stefanini con l’ungherese Panna Udvardy, mentre sul centrale a partire dalle 20 ci sarà prima il derby Errani-Cocciaretto e poi il match tra la testa di serie n. 1 Martina Trevisan e la russa Elina Avanesyan (proveniente dalle qualificazioni). (nr)