EnglishItalian

“Non ci sono abituata a essere la testa di serie n. 1, ma è molto bello”. Parla così Martina Trevisan alla vigilia dei Palermo Ladies Open. La tennista toscana, n. 26 del ranking WTA, è la numero 1 del seeding sui campi del Country Time Club: “Ho maggiori responsabilità e forse cercheranno tutte di dare il meglio contro di me – ammette Trevisan – Bisogna vedere partita dopo partita, senza stare a osservare numeri. Ognuna di noi, quando arriva in un torneo, lo fa per il titolo. Giocare in Italia è bello, ti senti a casa”.

Per Trevisan è la terza partecipazione al torneo di Palermo. Un ritorno dopo due anni che hanno segnato la piena maturità della fiorentina che, nel 2022, ha vinto il suo primo WTA, a Rabat, e raggiunto le semifinali al Roland Garros: “C’è un lavoro che parte diversi anni fa – spiega -. I risultati che ho raggiunto non sono un punto d’arrivo, è un buon momento in un viaggio lungo. Il mio obiettivo è lavorare ancor di più perché l’asticella si è alzata per rimanere a questo livello e andare ancor più avanti”.

Trevisan, infine, ha parlato del momento del tennis italiano: “Ci rispettiamo tutte e ci vogliamo bene tra di noi. Se posso essere da traino con i miei risultati, sono contenta. Ci alleniamo tanto, diamo il massimo ogni giorno. Sarei contenta se arrivassero dei risultati importanti per loro. Con Paolini ci vediamo più spesso perché siamo vicine di casa. C’è quella sana competizione che serve nello sport professionistico”.